Luciana Riommi e David Salle, con David Behrman

visto dal vero

non passa niente da fessure d’ombra
per quante parole presti alla mimesi
la cosa che, manco a dirlo, sembra un’emozione
e chissà cos’è dal vero.
in ogni modo, sempre di storie piccole si tratta,
che se ne parla a fare?
minime storie insoddisfatte
e tutti senza pace
pronti a sgranare inutilmente gli occhi:
vedi? non vedi?
vado? e dove andare?
cosa inventare?
se neanche sai cos’è che si dovrebbe soddisfare.
e tutti gli anni di abbandono
quelli serviti a te
nel tempo personale
per far cadere un’ultima illusione
tra gli artefici dell’animazione.

ma il cancro di che colore è, visto dal vero?
ci pensavo ieri,
mentre ancora trattavo il prezzo di una rosa, rossa, dal fioraio.

Luciana Riommi 
dal blog Leggere riflettere scrivere

 

https://youtu.be/D3nG9BbzH3I

(questo brano mi permetto di dedicarlo, oltre alla poetessa, ad Antonio Devicienti,
perché, leggendo il suo bel scritto su Marcel Duchamp gioca a scacchi, mi ha riportato alla memoria questo autore e tanti altri ancora)

~~~~~~
* in copertina

Helena at 5.00 A.M.
un dipinto di David Salle