Józef Czechowicz e Arcangelo

1

all’alba sono esplosi gli uccelli dei terreni di ottone
una donna snella ha portato il chiarore sulla testa

2
campane insaziabili culle musicali
ricordare ricordare dimenticare

3

o soffio rosato come viso di bambino

o fiammella che recide l’erba bassa

con lo scuro fiore di papavero farò un cenno

l’immobile profumo mi colpirà e morirò

4

un cervo sta presso la fonte il ruscello sussurra ave

 
Preludio –
Józef Czechowicz

Irpini di terra, 2015 – Arcangelo

* traduzione della poesia di
Paolo Statuti
** in copertina
Terra unica. Irpini.
Arcangelo
** tr