Valerio Grutt — Interno poesia

Voglio cantare la tenerezza delle madri e ogni tentativo ingenuo di volere bene più del cielo. Voglio cantare la caduta dell’uomo e tendergli la mano fino a che risalga, ritorni umano. Voglio lanciare la parola in ogni stanza nera prendere queste dita come una spada e senza tregua, fino a quando il fiato farà abbastanza […]

via Valerio Grutt — Interno poesia