“” .. l’unica pianura è il palmo della mano”

Sentii la mia anima cantare dietro una foglia, spiccai la foglia, ma allora la sentii cantare dietro un velo. Strappai il velo, ma allora la sentii cantare dietro un muro. Abbattei il muro, e sentii la mia anima cantare contro di me. Rialzai il muro, rammendai la tenda, ma non riuscii a riattaccare la foglia. La tenni in mano e sentii la mia anima cantare veemente contro di me. Ecco com’è studiare senza un amico.

da Il libro della misericordia –
Leonard Cohen

[..] La serena democrazia delle foglie,
la gentilezza, la clemenza,
la cura di uscire
e guardare il paesaggio.
Questo è il nuovo umanesimo,
qualcosa che assomiglia
a un ciliegio
nel cielo di maggio.

Si sta vicini per fare
miracoli,
non per ripetere
il mondo
che già c’è,
che già siamo.

da Resteranno i canti –
Franco Arminio

* le foto sono di
Gregory Halpern
** il titolo è tratto da una poesia di
Franco Arminio