Samuel Bechett e Jean Epstein

dal film La Tempesta di Jean Epstein

” [..] sul frangivento e i flutti di Bootersgrad
la marea che monta i grigi gabbiani nel panico
accellerano i granelli di sabbia nel rovente tuo cuore
nasconditi ma non nella Rocca e resta in azione
resta in azione.”

” [..] di’ dunque le preghiere ora e va’ a letto
le tue preghiere prima che le lampade comincino a cantare dietro i larici
qui sopra queste ginocchia di pietre
e poi a nanna sulle ossa.”

dal film La tempesta di Jean Epstein

dalle poesie poesie Serena III e Serena II, raccolta Ossa d’eco –
Samuel Bechett