per il decennale di Rebstein

De peur que la liberté ne disparaisse de la face de la terre –
Battez-vous pour Elle!

“.. ho soppresso molte cose in questa tragedia, molte canzoni facili… voglio che il lavoro possegga severità e semplicità”, diceva il poeta Federico Garcia Lorca in un intervista;
l’essenza di queste parole l’ho trovata da anni nel litblog La Dimora del tempo sospeso, che oggi compie dieci anni. A questa Dimora faccio i miei Auguri affinché possa continuare a combattere in nome della Pace, della Libertà e Umanità, oltre che dell’Arte, e la ringrazio di cuore per tutti i meravigliosi doni che incessantemente elargisce.

Qui alcuni articoli pubblicati per il festeggiamento del decennale di attività culturale della Dimora del tempo sospeso:

Viaggio d’inverno – Marco Ercolani

Ballata degli annegati – Lucetta Frisa

Caserma Angelucci – Flavio Almerighi

I mercanti di Pace – Francesca Cannavò