Maurice Blanchot, “La follia del giorno” (con una poesia di René Char)

POCHI AMICI * MOLTO AMORE :: Il blog di Carmine Mangone

[ Aggiornamento: alla fine del 2013 ho curato una nuova edizione del testo blanchotiano per la Maldoror Press. Si tratta di un ebook gratuito e in formato pdf. ]

Qui di seguito potete leggere l’incipit di La folie du jour, un testo di Maurice Blanchot pubblicato originariamente nel 1973. I passi sono presi dalla versione italiana che ho curato per le edizioni L’Obliquo di Brescia nel 2005. L’edizione raccoglieva anche L’instant de ma mort, un breve scritto blanchotiano del 1994, e, in appendice, due poesie di Georges Bataille e René Char. Nella foto, Blanchot (a sinistra) con il filosofo Emmanuel Lévinas.

Io non sono né saggio né ignorante. Ho provato gioie. È troppo poco dire: sono vivo, e questa vita mi dà il pia­cere più grande. La morte, allora? Quando morirò (forse tra breve), conoscerò un piacere im­menso. Non parlo del pregustare la morte che è insulso e spesso…

View original post 612 altre parole